News

MOSTRA PALAZZO DEL MONTE, PADOVA
dal 24 settembre 2022
al 26 febbraio 2023

L'Occhio in gioco

Presenti opere del 
GRUPPO ENNE

GIULIO CARLO ARGAN
nikol art

" Lo sbocco della ricerca sulle articolazioni e i meccanismi interni della percezione è indubbiamente il design: un design rigoroso, paradigmatico, da laboratorio, come quello che dovrebbe precedere, a livello scientifico, ogni sua applicazione alla progettazione e alla produzione. "

L'Occhio in gioco

    MOSTRA A PALAZZO DEL MONTE, PADOVA   
Presentazione presso l'Orto Botanico 
                                                                                                                            

Manfredo Massironi

OMAGGIO A TYCHO BRAHE

L'Occhio in gioco ed il gruppo N
tra ARTE e DESIGN

Mostra a Palazzo del Monte, Padova

Mostra a Palazzo del Monte, Padova

L'OCCHIO IN GIOCO

Fondazione Cariparo e Università degli Studi di Padova, promuovono una grande mostra dal 24 settembre 2022 al 26 febbraio 2023

L'Occhio in gioco ed il gruppo N

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PADOVA

FONDAZIONE CARIPARO

L'Occhio in gioco

Palazzo del Monte , Padova

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PADOVA

L'Occhio in gioco

Percezione, impressioni e illusioni nell'arte dal Medioevo alla Contemporaneità.

DIAGO / designer EDOARDO LANDI

Blu oltremare

Ral 5002

Verde

Ral 6018

Arancio

Ral 2004

Bordeaux

Ral 4004

Rosa

Ral 4003

Turchese

Ral 5018

La Postura 

Diago è stata progettata da Edoardo Landi con particolare attenzione al carattere ergonomico della seduta.                        

 
Schienale alto  "con esclusiva curvatura"   
Sedile antiscivolo a  "cappello di prete" 
Corretto "allineamento" della colonna vertebrale 

Ambientazioni

Molteplici possibilità di inserimento in tutte le zone living
Dal soggiorno alla cucina, dallo studio all'ufficio

TYCHO B / designer MANFREDO MASSIRONI

Nuovi Colori
In aggiunta alle versioni in bianco ed in nero, sono ora disponibili nuovi colori in legno laccato

 

Centimetri 240 / 180 / 120 / 60
Tycho B mantiene in tutte le quattro misure previste dall’autore la medesima armonia, proporzionalità e presenza scenica.

Optical Art

Optical Art

Alviani
Anceschi
Apollonio
Biasi
Boriani
Chiggio
Colombo
Costa
De Vecchi
Landi
Mari
Massironi
Munari
Varisco


"Il lavoro di questi artisti si fonda sul presupposto che, nella situazione attuale l'arte ha una precisa funzione educativa : non didascalica tuttavia, perché non impartisce nozioni, ma sviluppa facoltà, e in primo luogo la facoltà della percezione.
Ciò che questi artisti-ricercatori vogliono dimostrare è che l'immagine non inganna, l'ambiguità è nella sua struttura, senza di essa non vi sarebbe quel processo di pensiero per mezzo di immagini che è l'immaginazione"

Gulio Carlo Argan